Dott.
Gianluca Ragone

 


 

Laureato In Scienze Biologiche nel 1994, consegue il Dottorato di Ricerca in Genetica ed Evoluzione Molecolare nel 1999 con studi sull’isolamento dei geni coinvolti nel metabolismo energetico. Perfeziona la sua preparazione scientifica conducendo indagini sulla genetica dello sviluppo embrionale e del differenziamento cellulare presso il prestigioso istituto di ricerca IGBMC di Strasburgo, in Francia.

Rientrato in Italia, dopo aver lavorato alla produzione genetica di ortaggi ad aumentato apporto vitaminico e nutrizionale presso l’ENEA, per dieci anni fa parte dello staff del Laboratorio di Oncologia Molecolare dell’Istituto Dermopatico dell’ Immacolata-IDI di Roma in cui si distingue per la sua ricerca sulle cellule staminali dell’epidermide e del follicolo e per le sue collaborazioni sulla genetica del cancro sia nei tumori solidi che nelle leucemie e nei linfomi, delle patologie degenerative dei nervi e dei muscoli, degli effetti dell‘ Ossido Nitrico nelle patologie cardiovascolari e nell’invecchiamento delle cellule, nonché degli effetti antiossidanti e anticancro, in vivo, di sostanze naturalmente presenti in alcuni cibi, come il resveratrolo.

Autore e co-autore di 24 pubblicazioni scientifiche su riviste specializzate internazionali, è iscritto all’ Albo dei Biologi sezione A con il numero 079306. Docente di Corsi di Igiene e Sicurezza Alimentare, nonché consulente nello stesso ambito, il Dott. Ragone negli ultimi mesi ha integrato le sue conoscenze nei campi della Genetica e della nutrizione accumulate nel corso degli anni.

La visita ambulatoriale di Nutrigenetica del Dott. Gianluca Ragone prevede, infatti, anche l’utilizzo di test genetici per lo studio di sensibilità e/o intolleranze alimentari, di predisposizione alla sindrome metabolica e all’obesità, a potenziali disfunzioni del metabolismo degli zuccheri, dei lipidi e delle proteine, alle infiammazioni croniche o a carenze vitaminiche dei gruppi B e D, all’accumulo di radicali liberi nonché, per gli sportivi, di test genetici per predisposizione a infortuni muscolo-scheletrici e/o tendinei o a sforzi aerobi/anaerobi.

Inoltre, la valutazione della composizione corporea del paziente avviene attraverso l’analisi strumentale con bioimpedenziometria (BIA), per determinare con precisione il fabbisogno energetico basale, lo stato di idratazione corporea, la massa magra e quella grassa, la massa corporea attiva e quella muscolare, al fine di fornire un regime alimentare che tenga scientificamente conto del benessere e delle necessità oggettive di ogni singolo individuo.

 Scarica qui il diario alimentare, da portare alla prima vista

 

 

 

 

 

Richiedi informazioni

Contattaci senza impegno, il nostro staff ti risponderà appena possibile. I dati contrassegnati da asterisco sono obbligatori.

Nome e cognome(*)
Valore non valido

Azienda
Valore non valido

Email(*)
Valore non valido

Telefono
Valore non valido

Descrivi brevemente le tue richieste
Valore non valido

(*)
è obbligatorio accettare l'informativa sulla privacy!